Come aumentare l’autostima in 5 mosse. La guida di IperMind

In questa guida ti parlerò di come aumentare l'autostima in 5 mosse e del come una sana autostima possa cambiarti la vita.

Cos'è l'autostima?

L’autostima è la percezione che hai del tuo valore personale e delle tue qualità. 

Nella vita una sana autostima può fare la differenza in tanti ambiti della vita: nelle relazioni, perché per stare bene con gli altri bisogna essere prima capaci di stare bene con se stessi; nel lavoro, perché se non credi di poterci riuscire difficilmente qualcuno ci crederà al posto tuo; nell'autorealizzazione, perché per dedicarsi a hobbies, interessi e passioni bisogna conoscere se stessi e sapersi valorizzare.

Secondo Nathaniel Branden, uno dei  maggiori esperti sull’autostima, autore del libro “The Six Pillars of Self-Esteem” essa è fondata su 6 pilastri. I 6 pilastri dell'autostima sono: vivere in modo consapevole, accettare se stessi, prendersi la responsabilità delle proprie scelte, essere assertivi, avere uno scopo nella vita ed essere coerenti con i propri valori.

La vera autostima non nasce dalle grandi cose che fai, o da quanto guadagni, ma da un apprezzamento di te stesso per quello che sei. Maxwell Maltz

Alcuni sintomi di bassa autostima sono:

  • Criticare se stessi in modo intenso
  • Ricercare eccessivamente l'approvazione delle altre persone
  • Paragonarsi agli altri e percepirli come più capaci, fortunati o di successo 
  • Sentirsi inadeguati
  • Scaricare colpe e responsabilità all'esterno, sugli altri o sulle situazioni
  • Non saper valorizzare se stessi e le proprie idee, opinioni, capacità

La lezione di Paganini sull'autostima.

Ora ti racconterò una lezione di vita estratta dalla vita di uno dei più grandi violinisti di tutti i tempi. Niccolò Paganini.

Paganini nacque nel 1782 ed ebbe una lunga e illustre carriera prima di morire nel 1840.

Un giorno Paganini stava per esibirsi di fronte ad un teatro pieno di gente,  quando all'improvviso realizzò che stava camminando fuori dal palcoscenico con uno strano violino nelle mani, non il suo prezioso strumento realizzato dal maestro Guarneri.

Fu preso dal panico, ma realizzò che non aveva altra scelta e iniziò a suonare con tutto se stesso.

Alla fine dello spettacolo tutti furono d'accordo nel dire che fece la prestazione della sua vita. E quando ebbe finito di suonare, il pubblico esplose in una standing ovation. 

Dopo il concerto, nel suo camerino, quando fu lodato per la sua performance superlativa Paganini rispose: "Oggi, ho imparato la lezione più importante della mia intera carriera. Prima di oggi pensavo che la musica fosse nel violino, oggi ho imparato che la musica è dentro di me."

La guida di IperMind per aumentare l'autostima in 5 mosse.

Quelle che stai per leggere sono 5 le migliori strategie che ho testato e condiviso nel tempo sull'autostima. Inizia a metterle in pratica da oggi nella tua vita e incomincia a stare bene con te stesso.

1) Circondati di persone positive.

Le persone che ti circondano hanno un  forte impatto sulla tua vita. Infatti, si dice che siamo la media delle 5 persone che frequentiamo di più, cioè le persone che frequenti più spesso sono quelle che maggiormente influenzano il tuo modo di pensare.

Quindi cerca di circondati di persone positive che ti accettino per quello che sei. Ovviamente la cosa deve essere reciproca :). Scegli i tuoi amici con attenzione. Dai a ognuno l’opportunità di essere tuo amico ma condividi i tuoi sogni e i tuoi obiettivi solo con quelle persone in cui vedi questo valore.

La metafora della scuderia di Formula 1.

Immagina di essere ad una corsa di macchine di formula 1. Cosa succederebbe se la squadra non avesse in mente il miglior interesse della macchina?

Inizia a immaginare i diversi scenari:

Non solo. Nel libro “Get off your but” (Metti a tacere i tuoi ma)  Sean Stephenson usa una metafora molto carina per chiarire il tipo di persona che dovresti evitare (o limitarne, se possibile, la frequentazione) per stare bene.

Con una squadra di questo tipo non ci sarà modo per quel povero pilota di vincere la gara. :)

2)  Scrivi la lettera dell'autostima.

Ivan Joseph (preparatore atletico e allenatore della squadra di calcio dell'Università di Ryerson) ha affermato che la competenza più importante che cerca quando deve reclutare i suoi atleti non è la forza, la velocità o l’agilità ma l’autostima.

Secondo lui la fiducia in se stessi è una competenza e come tale può essere allenata attraverso dei training specifici.

La lettera dell’autostima.

Scrivi una lettera a te stesso sulle cose di cui ti senti orgoglioso e rileggila tutte le volte che ne hai bisogno. 

Scrivi o elenca le cose di cui ti senti orgoglioso. Per esempio: sono orgoglioso di aver parlato a una riunione aziendale anche se la cosa mi spaventava a morte, sono orgoglioso di essere una persona leale,...

Rileggi questa lettera tutte le volte che emergono dubbi e insicurezze o quando vuoi ricordare a te stesso quanto tu sia speciale.

Per scrivere questa lettera può aiutarti rispondere a queste domande:

  • Cosa mi piace di me stesso?
  • Quali caratteristiche positive possiedo?
  • Quali risultati ho ottenuto?
  • Quali sfide ho superato?
  • Quali competenze o talenti possiedo?
  • Cosa apprezzano gli altri di me?
  • Quali caratteristiche mi piacciono delle altre persone che ho in comune con loro?
  • Se qualcuno avesse le mie stesse caratteristiche cosa mi piacerebbe di questa persona?

Parla a te stesso come se fossi il tuo migliore amico.

Potresti trovare qualche ostacolo a scrivere questa lettera perchè potrebbe emergere il famoso criticone interno.

Un dialogo interno negativo è il peggior nemico e consigliere che puoi avere. E più negli anni è stato lasciato libero di parlarti come voleva, e più oggi può essersi rafforzato e ripetere spesso dentro te schemi  di pensiero  dannosi. 

Il criticone interiore è come un odioso coach che vive nella tua mente e che si lamenta senza sosta. La sua missione è minare il tuo valore e portare a comportamenti auto-distruttivi che ti facciano sentire ancora peggio con te stesso.

Per questa ragione mentre scrivi immagina di essere il tuo miglior amico, o una persona che ti guarda con ammirazione e stima.

“Se senti una voce nella tua testa che ti dice “non puoi dipingere”, allora dipingi con tutti i tuoi mezzi e questa voce si zittirà”. 

3) Fatti guidare dai tuoi valori.

Uno dei primi passi per aumentare l'autostima è conoscersi e nello specifico conoscere i propri valori è molto importante. Steve Andreas ha descritto l'autostima come "la capacità di agire in linea con i propri valori". Purtroppo, poche persone sono consapevoli dei valori che guidano la loro vita.

Cosa sono i valori? I valori sono i principi morali che guidano le tue azioni. Sono legati a quello che desideri e perciò sono la prima fonte di motivazione nella tua vita.

Se i tuoi comportamenti sono coerenti con i tuoi valori ti sentirai soddisfatto, mentre, se non sei coerente con questi valori proverai un senso di incoerenza.

Ora ti lascerò un esercizio di Peter Senge e Robert Dilts.

Ecco una lista di valori: responsabilità, avventura,  creatività, famiglia, amicizia, amore, bellezza, libertà, giustizia, curiosità, ricchezza, accettazione, potere, successo, sfida, competenza, cultura, educazione, verità, pace interna, crescita personale, soldi, felicità, benessere, affetto, indipendenza, hobbies, saggezza.

 Per trovarli puoi rispondere a queste 4 domande:

  • Cos’è importante per me nella vita?
  • Che cosa mi motiva?
  • Cosa mi fa alzare dal letto la mattina?
  • Che cos’è giusto per me?

Dalla lista sopra individua i 10 valori che consideri più importanti, poi screma questa lista di 5 di questi valori senza i quali potresti anche vivere. Togli ancora due aggettivi, fino a che sarai rimasto con tre valori. I tre valori più importanti per te. Ora ordinali per importanza fino a trovare quello che è più importante per te.

4)  Trova il tuo scopo nella vita.

Uno dei modi migliori per aumentare la stima e la fiducia in se stessi è quello di avere chiaro in mente perché sei sulla terra e qual è il tuo scopo nella vita. Avere chiaro uno scopo può metterti nella giusta condizione per inseguire i tuoi sogni e realizzare i tuoi obiettivi, è una potente forza che ti guiderà nel modo di comportarti con gli altri e determinerà il tuo contributo nel mondo.

Prendi carta e penna e scopri il tuo scopo nella vita.

  • Scrivi almeno due qualità che ti rendono unico. Per esempio: gentilezza e generosità.
  • Ora elenca un paio di modi in cui puoi esprimere queste qualità quando interagisci con le altre persone. Per esempio: insegnare ai bambini.
  • Immagina il mondo come un posto perfetto. Cosa ti piacerebbe vedere in questo mondo perfetto? Per esempio: mi piacerebbe che tutti avessero fiducia nelle proprie capacità e nel raggiungere i propri obiettivi e fossero gentili gli uni con gli altri.
  • Ora combina i 3 passi precedenti per creare una dichiarazione sul tuo scopo. Per esempio: "il mio scopo nella vita è usare generosità e gentilezza per insegnare ai bambini ad avere fiducia in se stessi e a raggiungere i loro obiettivi essendo gentili gli uni con gli altri."

5) Sii assertivo e metti i paletti.

L’assertività consiste nell’esprimere in modo efficace la tua opinione, far valere i tuoi diritti e le tue idee senza ignorare quelle altrui.  Essere assertivi significa comportarsi in un modo sicuro e disinvolto, rispettare se stessi e farsi rispettare dagli altri.

  • Non avere paura ad esprimere il tuo dissenso se non  sei d’accordo.
  • Chiedere ciò che desideri con sicurezza e franchezza.
  • Non permettere più che i tuoi diritti siano calpestati e  che gli altri ne traggano vantaggio.
  • Rispondere alle critiche con tranquillità e sicurezza
  • Saper mettere dei paletti può essere molto difficile per chi soffre di bassa autostima ed è invece importantissima per aumentare la propria fiducia in se stessi.

    Se consenti alle altre persone di violare i tuoi spazi finirai con l’avere la stanza piena di ospiti indesiderati capaci di fare i loro porci comodi sul tuo divano. Spesso le persone non assertive non hanno saputo costruire questi confini e permettono a tutti di passeggiarci sopra.

    Il laccio delle scarpe.

    Robert Glover, autore di "No more mr nice guy”, racconta come per chiarire questo concetto ai suoi clienti posizionasse un laccio delle scarpe per terra per segnalare questi confini. Dopo aver delineato i confini dello spazio del suo cliente si divertiva a oltrepassarli violando lo spazio del suo cliente. Prima di fare questo diceva loro che appena si fossero sentiti a disagio avrebbero dovuto spingerlo indietro.

    Molti dei suoi clienti stavano ben lontani dalla linea, consentendo di violare il proprio spazio per diversi passi prima di iniziare a rispondere. Alcuni aspettavano di trovarsi con le spalle al muro prima di reagire.

    L’autore usa questo esercizio come dimostrazione grafica del bisogno di mettere dei paletti nelle diverse aree della propria vita.

    Ma attenzione, una volta presa consapevolezza di questo, è facile cadere nella tentazione di passare da un estremo all’altro e incominciare a fissare limiti con il machete. Non farlo.

    Prima di iniziare a settare dei confini diventa consapevole di quanto tu tenda a fare retromarcia per evitare conflitti. Per la prossima settimana osserva il tuo comportamento e prova a rispondere a queste domande:

    • Ti capita di dire si quando vorresti dire no? 
    • Accetti di fare qualcosa che non desideri pur di evitare i conflitti?
    • Eviti di fare qualcosa perché potrebbe irritare qualcuno?
    • Tolleri una situazione intollerabile sperando che si risolva magicamente?

    Se la risposta a più di una di queste domande è sì,  prendi il “laccetto magico” dei confini, posizionalo nel punto giusto e inizia a difenderlo.

    Per concludere

    Un buon livello di autostima è a mio parere l’IperPotere principale per vivere una vita felice e appagante. Da essa dipendono altri poteri secondari ma indispensabili per realizzare te stesso come la determinazione, la perseveranza, la serenità interna e la fiducia nelle tue capacità.

    Difficilmente le altre persone avranno la possibilità di valorizzarti se tu per primo non valorizzi te stesso. Per questo motivo l’autostima rappresenta una delle principali aree di crescita personale su cui lavorare per vivere la vita che desideri.

    Per concludere con le parole di Iyanla Vanzant:  “Tutto ciò che ti succede è un riflesso di quello che credi di te stesso. Non puoi attrarre a te più di quanto pensi di valere”.

    CONTATTI     -    REGOLAMENTO     -    PRIVACY POLICY

    AVVERTENZE: Il materiale e le informazioni presenti in questa pagina non intendono sostituirsi a nessun tipo di trattamento medico o psicologico, se sospetti o sei a conoscenza di eventuali disturbi fisici o psicologici sei invitato ad affidarti ad un trattamento medico o psicologico specifico. L'autore è un appassionato di crescita personale e non psicologo, medico, psichiatra e nè si dichiara tale. L’autore declina ogni responsabilità di effetti o di conseguenze risultanti dall'utilizzo del materiale e delle informazioni presenti in questa pagina.

    Copyright 2012-2017 www.IperMind.com. Tutti i diritti riservati