PARTE 1 di 3

"Come liberarsi da autosabotaggi interni e superare blocchi e insicurezze con MindPower"

Ciao e benvenuto a  MindPower il corso intensivo che ti aiuterà a liberarti da autosabotaggi interni e superare blocchi e insicurezze.

Sono DannyZ e forse mi conosci già per via di IperMind, il blog attraverso il quale da 4 anni aiuto più di 90.000 persone ogni mese a liberarsi dalle loro paure, diventare più sicure e credere in se stesse.

Ora che ci siamo presentati ti lascio alla lettura di MindPower.  Buon proseguimento :-)​

Anche tu hai avuto queste difficoltà?

Ti sei mai ritrovato a voler migliorare qualche aspetto di te senza riuscirci a causa di qualche blocco interno o comportamento autosabotante che non ti da tregua?

Se leggi questa pagina probabilmente avrai già provato a superare una tua paura, una convinzione limitante o un’insicurezza.

Fammi un pò indovinare... non sei stato molto soddisfatto dei risultati ottenuti :-) Ti capisco, ci ho sbattuto la testa mille volte anche io. Purtroppo, ciò che funziona nel mondo esterno non funziona allo stesso modo nel mondo interno.

Infatti, se desideri indossare un vestito nuovo ti basta semplicemente entrare nel negozio e acquistarlo.  Ammesso che tu possieda i soldi necessari :-)

Se invece desideri sbarazzarti di un’insicurezza, della timidezza o di una paura  le cose non sono cosi semplici.

Non basta decidere di farlo.

La forza di volontà, così utile per cambiare le situazioni esterne, sembra fallire miseramente quando la utilizzi per superare qualche blocco interno.

Se ti stai chiedendo come uscire da questa trappola sei nel posto giusto :-)

MindPower, infatti, ti aiuterà a:

  • Eliminare la procrastinazione.
  • Essere più sicuro.
  • Prepararti a sostenere esami, colloqui importanti e discorsi in pubblico.
  • Smettere di fumare, mangiarsi le unghie e cibo spazzatura.
  • Aumentare l'autostima.

….ed eliminare qualsiasi altro comportamento o pensiero che ostacoli il raggiungimento dei tuoi obiettivi.

Un mondo sommerso dentro te.

Avrai già sentito parlare della mente conscia e di quella inconsciaForse a volte anche un po’ a sproposito per quello che riguarda quest’ultima :-). Partiamo quindi con il parlare della mente inconscia.  

Nei primi del ‘900 Freud e gli studiosi della psicologia del profondo introdussero il termine “inconscio”, quale un complesso di processi di pensiero e ricordi non disponibili alla coscienza.

Per spiegare tale concetto venne utilizzata una metafora molto efficace che vedeva la mente umana come un iceberg. Tutto ciò che si trova al di sotto dell’acqua rappresenta l’attività psichica sommersa (mente inconscia) e solo la punta dell’iceberg rappresenta i processi di pensiero consci.

È interessante notare come i recenti studi di imaging cerebrale supportino il modello freudiano della mente, mostrando come i processi di pensiero consci ed inconsci percorrano “strade” diverse nel cervello.

Usiamo veramente solo il 10% del cervello?

Questo è un mito sul cervello che circola da tanto tempo nonostante ci siano numerose evidenze che sostengono il contrario. Mi stupisco che ci siano ancora autori nel campo della crescita personale che continuano a ripetere a pappagallo questa teoria.

E' più realistico invece parlare dei limiti che possiede la mente conscia.  

Infatti, nonostante la mente conscia ci sia utile per ragionare, stare attenti e analizzare pro e contro delle situazioni, ha dei limiti molto importanti. Uno dei più evidenti è la sua ridotta capacità di processare le informazioni in tempo reale. 

Infatti, la quantità di elementi che la mente conscia riesce a gestire simultaneamente è limitata a circa 7 blocchi di informazione.​

Se ti chiedessi di memorizzare un elenco di nomi, verso il settimo inizieresti molto probabilmente ad andare in palla :-)

Al contrario, la quantità d’informazioni che la mente inconscia riesce a processare simultaneamente è enormemente superiore a quella gestita dalla mente conscia.  Essa controlla tutte le funzioni corporee: respirazione, battito cardiaco, sistema immunitario, muscolare, ecc.

Puoi considerare il tuo inconscio come la tua stanza dei bottoni interna e come il magazzino che contiene tutti i tuoi ricordi, le tue convinzioni, le tue abitudini e le tue inclinazioni.

Perchè la mente conscia fallisce?

Un concetto cardine è questo: quando la tua volontà è in conflitto con la mente inconscia, la mente inconscia vincerà sempre. L’inconscio non accetta forzature e quando entra in conflitto con la tua volontà è quest’ultima a soccombere.

Per questo motivo, se i tuoi desideri non sono allineati con le convinzioni impresse nell’inconscio sarà molto difficile poterli realizzare.

​Potrai andare incontro a continui tentativi di autosabotaggio che mineranno il tuo percorso attraverso resistenze, convinzioni limitanti, insicurezze. Per fare un esempio è come se provassi a guidare un'auto con il volante, i pedali del freno e dell'acceleratore che non rispondono ai tuoi comandi.

Al contrario, quando la tua volontà è allineata con il tuo inconscio ti dirigerai in modo sciolto e spontaneo verso ciò che desideri.

"Ok DannyZ, voglio dirigermi in modo sciolto e spontaneo verso ciò che desidero :-) Come diamine si fa?"

A breve scoprirai come fare, ma prima di passare alla parte pratica è utile sottolineare un altro punto molto importante.

La mente conscia non raggiunge il mondo sommerso.

Insicurezze, convinzioni limitanti ed emozioni negative, tipicamente sono solo manifestazioni esterne di processi iniziati nei meandri del tuo inconscio.  Fanalini di coda di ciò che accade nella tua parte più profonda.

Come dicevo prima, la forza di volontà e la razionalità, così utili per risolvere problemi nel mondo esterno, risultano essere impotenti nei confronti di questi processi bloccanti.

La mente conscia non riesce a raggiungere la parte sommersa dell’iceberg. Se fosse stato il contrario, sarei stato sempre felice come un fringuello e IperMind non avrebbe avuto modo di esistere.

Sin dal principio infatti a livello conscio sapevo benissimo, ad esempio, che dire una cosa sbagliata in pubblico non mi avrebbe ucciso, che un piccolo dolore al mignolo non avrebbe necessariamente portato all'amputazione, etc etc.

Eppure, mi sono dovuto dannare per tanti anni e spendere l'equivalente di un piccolo appartamento in corsi e formazione per arrivare a questa realizzazione e soprattutto a trovare delle soluzioni.  

Come quella che ho riassunto nel sistema in 3 fasi di MindPower.

Come liberarsi da blocchi interni e comportamenti autosabotanti con le 3 fasi di MindPower

Crea le gemme della positività

Crea delle particolari frasi capaci di aiutarti a raggiungere ciò che desideri.

Semina le gemme della positività

Entra in uno stato di relax e semina la tua mente inconscia con le gemme della positività.

Coltiva i frutti della positività

Individua delle azioni concrete per uscire dalla zona di comfort che facciano sbocciare le gemme.

Sei pronto a scoprire questi passaggi?

Per ricevere gratuitamente la seconda parte di MindPower e scoprire come liberarti da autosabotaggi e superare blocchi e insicurezze è necessario essere iscritto alla newsletter di IperMind.  Se ancora non l'hai fatto puoi rimediare cliccando sul pulsante sottostante.

P.S. Ti ritrovi a fare i conti con qualche tua paura, cattiva abitudine o insicurezza? Qual è una tua situazione bloccante specifica?  Fammela sapere nei commenti perché potrei dedicarci una risorsa apposita.

CONTATTI     -    REGOLAMENTO     -    PRIVACY POLICY

AVVERTENZE: Il materiale e le informazioni presenti in questa pagina non intendono sostituirsi a nessun tipo di trattamento medico o psicologico, se sospetti o sei a conoscenza di eventuali disturbi fisici o psicologici sei invitato ad affidarti ad un trattamento medico o psicologico specifico. L'autore è un appassionato di crescita personale e non psicologo, medico, psichiatra e nè si dichiara tale. L’autore declina ogni responsabilità di effetti o di conseguenze risultanti dall'utilizzo del materiale e delle informazioni presenti in questa pagina.

Copyright 2012-2016 www.IperMind.com. Tutti i diritti riservati.